L’attivismo spirituale: una luce in questo buio.

Invocare Dio con le azioni (Rumi)

L’attivismo è preghiera in azione (Starhawk)

 

 

Introduzione.

 

Negli ultimi anni si è iniziato finalmente a discutere e a sperimentare le possibili connessioni tra attivismo e mistica o spiritualità.

 

Sono nate alcune correnti di attivismo spirituale e anche John C. Robinson (mystical activism), Andrew Harvey (mystic e sacred activism), James O’Dea (conscious e sacred activism), hanno portato avanti questa idea, che mi sembra validissima.

 

 

Mistica, spiritualità e attivismo spirituale.

La mistica è l’esperienza diretta e la percezione della Divinità o delle entità. Le esperienze mistiche più forti rivoluzionano per sempre la vita di chi le sperimenta.

La spiritualità per me è ciò che concerne il risveglio dell’anima, la ricerca del trascendente, dell’eterno, di ciò che non finisce.

L’attivismo spirituale è per me l’azione per l’autorealizzazione totale dell’individuo e delle sue potenzialità e la trasformazione della società, insieme alla consapevolezza dell’esistenza di una realtà invisibile, sfuggente ad ogni rilevazione, che compenetra quella apparente e che può, come nelle esperienze mistiche, agire in essa.

 

 

Due fasi.

Divido, solo concettualmente, l’autorealizzazione in due fasi, l’azione interiore e l’azione esterna, che ha due tipi di effetti positivi, quello proprio di questo lavoro sociale, e quello dell’ambiente umano che trasformiamo, che chiamo riverbero.

 

 

Priorità e urgenze odierne.

Le priorità dell’azione per la trasformazione sociale dovrebbero secondo me essere: la difesa dell’ambiente naturale, senza dilungarmi sull’urgenza e la necessità di questa campagna, affermando l’inscindibilita’ e la comunanza di destino tra esso e l’umanità; il disarmo nucleare; il contrasto alla fame e alla sete nel mondo, delle quali negli ultimi anni si parla pochissimo; la lotta alle discriminazioni di genere e orientamento sessuale, razziali, ed allo stigma psichico, ed il conseguente ampliamento dei diritti di questi settori sociali sfavoriti a livello globale.

 

 

Una via… oltre i muri.

L’attivismo spirituale può anche superare barriere ideologiche e religiose che sono state un’ostacolo alla realizzazione individuale, alla trasformazione sociale e alla ricerca della Verità.

 

Tommaso Rosselli

(Instagram: tomas.tr5; pagina Facebook Attivismo Spirituale – Spiritual Activism)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.